Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

ASCOLI PICENO

     ISMLDemo

L'Albero di Maggio

 a cura di Gianluca Vagnarelli

L’albero (o palo) del primo maggio sormontato da una drappo rosso e issato ogni trenta aprile nelle piazze e agli incroci delle strade dei comuni del Piceno è un rito di origini antichissime. Affonda le sue radici nella celebrazione pagana del “maggio”, propria delle antiche civiltà agricole, ove aveva la funzione di propiziare la fertilità della terra e salutare l’arrivo della primavera. Fu però con gli alberi della libertà nati nel corso della Rivoluzione francese che assunse i connotati, prossimi a quelli attuali, di un rituale politico. Più tardi, tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento, in coincidenza con il progressivo affermarsi della festa internazionale dei lavoratori, fu ripreso e rilanciato dal nascente movimento socialista giungendo in tal modo sino a noi.

Leggi tutto

Stampa Email

La Negazione del Dissenso

Persecuzione e confino politico degli  antifascisti del Piceno (1926-1945)

Il database La Negazione del Dissenso è il risultato di una ricerca promossa dall’ISML di Ascoli Piceno e finanziato dalla Regione Marche nell’ambito delle celebrazioni per il 60° anniversario della Liberazione.
La ricerca, condotta presso l’Archivio di Stato di Ascoli Piceno e l’Archivio Centrale dello Stato di Roma, è consistita nella consultazione di circa 200 faldoni che compongono il fondo “vigilati politici” e nella realizzazione di schede biografiche attraverso le quali si è tentato di definire un quadro, quanto più esaustivo, del sistema repressivo fascista in una realtà specifica quale quella ascolana. L’universo di riferimento della ricerca ci ha portato a un’analisi che prende in esame non solo il fenomeno dell’antifascismo tout court, ma più in generale i vigilati politici, tutti coloro, cioè, che per il Regime potevano essere ricompresi nella definizione di “sovversivo”.

Leggi tutto

Stampa Email

Memoria e Storia Contemporanea

La rivista MEMORIA E STORIA CONTEMPORANEA è un periodico di informazione culturale, pensato in stretta corrispondenza con l’attività della Biblioteca multimediale Ugo Toria. Ogni numero verrà ad articolarsi intorno ad un tema, prendendo spunto da un’opera o da un argomento particolare sviluppato a partire dalla recensione critica del testo in questione o dall'esame di testi e argomenti attinenti, delineando un percorso bibliografico che rimandi a studi ed autori presenti nel catalogo della biblioteca. Il lettore, l’insegnante o lo studente interessato potranno dunque ripercorrere le fasi del percorso tracciato utilizzando la documentazione presente in biblioteca, confidando nella collaborazione degli stessi autori dei testi e di studiosi in grado di indirizzarlo all'uso degli strumenti a disposizione, suggerendo itinerari di ricerca multimediali.

Leggi tutto

Stampa Email

Storia economica, politica e sociale dell’Ascolano dal 1918 al 1943

Nel corso dell'ultimo anno l'Istituto ha iniziato una approfondita ricerca sulla storia del fascismo nell'Ascolano, dalle origini fino alla Seconda Guerra Mondiale. L'iniziativa, di carattere pluriennale, negli auspici dell'Istituto servirà a far luce su aspetti poco conosciuti della storia locale recente; si cercherà di dar conto non solo degli aspetti politici legati alla nascita del fascismo ed alla sua affermazione, ma anche alle vicende economiche e sociali del periodo.
L'Istituto è aperto a contributi di carattere memorialistico o documentario che soci, simpatizzanti o anche semplici cittadini vorranno dare. 

 

 

Stampa Email