Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

ASCOLI PICENO

     ISMLDemo

Chi siamo

Nel 1973  nasce ad Ascoli Piceno, per volontà di un gruppo di intellettuali, l’ Istituto per la Storia del Movimento di Liberazione nelle Marche, come sezione del medesimo Istituto Regionale, associato all’INSMLI Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia.

Tra le sue finalità si propone di operare su tre grandi aree:

  • Documentazione (conservare e valorizzare il patrimonio documentario, le memorie individuali e collettive, raccogliere ed ordinare le fonti per lo studio della storia contemporanea)
  • Ricerca e Divulgazione (promuovere la ricerca sulla storia contemporanea)
  • Didattica e Formazione (svolgere attività di formazione e aggiornamento per i docenti in collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione)

Tra le iniziative organizzate dall’Istituto, sono da ricordare eventi di straordinaria rilevanza come il Convegno Nazionale “Insegnare gli ultimi 50 anni” nel 1991, pietra miliare nell'insegnamento della storia contemporanea, e “Democrazia, Costituzione e Cittadinanze” nel 2007 fondamentale per la divulgazione delle più innovative strategie di didattica laboratoriale. 
Dal 1996 l’Istituto gestisce la Biblioteca Provinciale di Storia Contemporanea “U.Toria”autentico scrigno anche di volumi introvabili riguardanti la storia del territorio.

Stampa Email

Statuto

Parte I
Princìpi generali

Art. 1
Costituzione dell’Associazione

L’Istituto provinciale per la storia del movimento di liberazione nelle Marche ,la cui attività non ha fini di lucro, è associato all'Istituto Nazionale di Milano e all'Istituto Regionale di Ancona.
L'Istituto Nazionale, fondato nel 1949 e istituito il 28/1/1951 (con atto notaio Marchetti n. di repertorio 8790) con il compito di raccogliere, conservare e studiare le carte della Resistenza, riconosciuto con Legge 16/1/1967, n. 3, ha natura di associazione di diritto privato ai sensi del combinato disposto di cui agli articoli 2 e 3 del Decreto legislativo delegato n. 419 del 29/10/99, ha propria personalità giuridica ed autonomia amministrativa.

Leggi tutto

Stampa Email

Regolamento di funzionamento

Art. 1 - I documenti contabili

Tutte le operazioni da cassa vengono registrate in ordine cronologico su un registro o un libro di cassa – non bollato o vidimato come da norme vigenti (ed. Buffetti) riportanti le seguenti colonne:

•  data

•  n° del capitolo o voce di entrata e uscita

•  descrizione dell'operazione

•  entrate

•  uscite

•  saldo

Ogni operazione sia di entrata che di uscita viene poi registrata su apposite schede partitarie divise per capitolo di ricavo o di spesa in modo da avere praticamente ogni giorno il consuntivo economico dell'Istituto con possibilità di avere quindi sotto controllo l'entità di spesa di ogni singola voce di bilancio e di conoscere in ogni momento l'ammontare della rimanenza di cassa.

Leggi tutto

Stampa Email

Organismi Dirigenti

Organi dirigenti dell'Istituto provinciale per la storia del movimento di liberazione e dell'età contemporanea Ascoli Piceno
(eletti nell'assemblea del Giugno 2016)
 
Presidente Maria Paola Alviti
Vicepresidente Giuliano De Angelis
Direttore dell'Istituto Costantino Di Sante
Consiglio d'Amministrazione Maria Paola Alviti
Giuliano De Angelis
Costantino Di Sante
Gianluca Vagnarelli
Rita Forlini
Pacina Pacioni
Giuseppe Marucci
Marcello Lucadei
Argeo Polloni
Paolo Prezzavento
Laura Ciotti
Collegio dei Revisori dei Conti Settimi Daniela, Celani Giuseppina, De Santis Giuseppe, Prevignano Maria Pia, Cantalamessa Carlo
Docente Distaccato MIUR Rita Forlini
Gli organismi restano in carica per tre anni.
 
L'Istituto è qualificato come agenzia formativa ai sensi del DM 25-05-2001 Prot.n 802 del 19-06-2001, rinnovato con Decreto Prot.n 10962 del 8 Giugno 2005, ed è incluso nell'elenco degli Enti accreditati a conformità della Direttiva 170/2016 con approvazione del 01.12.2016 della richiesta n. 872
 

Stampa Email